Questa primavera ho cominciato a piantare il frutteto. I primi magnifici alberelli che spero daranno tanti buoni frutti! Ho scelto prevalentemente piante autoctone del territorio italiano, cialis generique favorendo le varietà antiche, tutte provenienti da cultura biodinamica. Parte delle levitra 5mg buy online piante sono già produttive in quanto hanno dai 3 ai 4 anni di età.

Le varietà presenti sono:

  • Pyrus communis var. curato
  • Pyrus communis var. decano d’inverno
  • Pyrus communis var.spinacarpi
  • Pyrus communis var.butirra rosata morettini
  • Pyrus communis var. cannella
  • Pyrus communis var.giugnola
  • Pyrus communis var.kaiser
  • Pyrus communis  var.spadone piccolo
  • Pyrus communis var.decana del comizio
  • Pyrus communis var.bella di pirovano
  • Pyrus communis var.berdusco
  • Pyrus communis var.bella di giugno
  • Cydonia oblonga
  • Malus domestica  var. della Madonna
  • Malus domestica var. giallo tardivo
  • Malus domestica var. belfior
  • Prunus persica  var. http://www.cialispharmaciefr24.com/quest-ce-que-le-cialis/ pesca noce piatta
  • Prunus persica ver. perla d’autunno
  • Prunus persica ver. franca
  • Prunus persica var. platicarpa viagra sans ordonnance bianca
  • Prunus persica var. poppa di Venere
  • Prunus persica var. red heaven
  • Prunus avium var. mora di Vignola
  • Prunus avium var. ferrovia
  • Prunus avium  var. belcuore
  • Prunus domestica L. var. sorriso di primavera
  • Prunus dulcis  var. di Bari
  • Prunus cerasus
  • Morus alba

Tra gli alberi piantati a fantasia seguendo semicerchi sfalsati, sono stati rispettati i sesti di impianto previsti in agricoltura biodinamica.

L’obbiettivo è di lasciarli crescere spontaneamente potandoli il meno possibile.

Pacciamati con lapillo vulcanico e cippato, completamente non trattati, presente solo l’impianto di irrigazione a goccia.

Posizionata nel frutteto una vermiera, una compostiera e la tanica per la raccolta dell’acqua piovana che in futuro sarà collegata alle grondaie delle strutture di accoglienza per gli animali.

Infatti in programma, probabilmente il prossimo anno, c’è la realizzazione di una recinzione contenitiva dell’area del frutteto poiché vorrei accogliere qualche animaletto da cortile come oche e conigli che mi aiuti a concimare naturalmente e tenere  pulita dalle infestanti quest’area. La volontà è quella di ricreare le connessioni energetiche tipiche della permacultura.

Nell’area del frutteto è presente anche un piccolo laghetto di cui parleremo un’altra volta. Sulla proprietà sono presenti  altre piante da frutto e frutti minori, piantate questa primavera,  come:

  • Prunus dulcis x armeniaca var. bolognese
  • Prunus armeniaca var. Luizet
  • Conus mas
  • Hippophae

    rhamnoides

  • Punica granatum
  • Sambucus nigrum
  • Ribes nigrum e rubrum
  • Corylus avellana
  • Ziziphus jujuba
  • Arbutus unedo
  • Berberis vulgaris
  • Actinidia chinensis
  • Ficus carica

E piante da uva da tavola e da vino già presenti sul territorio che devo identificare con precisione , comunque trattasi di 2 filari di uva da vino bianco che dovrebbe essere di 3 varietà: Montuni, Trebbiano e Albana.

Presente uva regina da tavola, negrella e fragolina. A Settembre le piante da frutto verranno incrementate!